12 novembre 2013

WORKSHOP INTENSIVO DI CANTO SENSIBILE

Voce e ascolto di sè: ascolto fisico, acustico e musicale in un workshop di ricerca della propria identità vocale condotto da Meike Clarelli.

Sabato 16 e Domenica 17 Novembre 2013, La Tigre Bianca (via Malagoli 25, Modena)

Cos'è?
"La voce è l'espressione di ciò che siamo in grado di accogliere"

Il workshop di Canto Sensibile sarà focalizzato proprio sull'ascolto: introdurrà il concetto di ascolto osseo e lo unirà alla conoscenza del metodo sensibile per imparare a comprendere la propria voce e a cantarla.

CANTO SENSIBILE e PRESENZA A SE' - Io sono dove canto
Durante questo incontro verranno esplorate le possibilità del canto e del suono come strumento di presenza viva a sé, sulla scena della propria vita, prima di tutto, e successivamente nel contesto di un'azione teatrale o di un movimento. Lavorare in maniera sensibile sul proprio suono significa lavorare sulla propria sensibilità complessiva, sulla qualità di un gesto, sulla forza, sulla fragilità e sulla bellezza di un movimento. La voce è “richiamo” di sé a se stessi e agli altri. La propria voce, accolta e vissuta in maniera consapevole è desiderio di relazione e comunicazione a prescindere dall'uso che se ne fa.Approfondimento dello studio dei canti popolari della tradizione italiana, dei canti tradizionali della tradizione afroamericane, indiana e africana.
La voce è “richiamo” di sé a se stessi e agli altri. 
Lavoreremo anche per sperimentare la musica d'insieme e la musica corale attraverso la “conduction” per voci, ovvero l'improvvisazione guidata per voci. 

Il Canto Sensibile è un metodo creato da Meike Clarelli, ricercatrice vocale e musicista, che condurrà i partecipanti al workshop in diverse esperienze di ascolto: fisico, acustico, musicale e, infine, ascolto come fenomenologia dell'esprit.
Nel corso del workshop si attiverà una corretta e sensibile educazione all'ascolto della propria voce, unita ad esercizi di risonanza ossea, per favorire l'emissione e l'intonazione, regolare il processo fono-articolatorio ed equilibrare eventuali difficoltà funzionali della voce.
La ricerca della propria identità vocale sarà arricchita dal lavoro collettivo e corale, che Meike Clarelli realizzerà tramite un'esperienza di improvvisazione guidata (conduction) per voce e strumento, attingendo ad un repertorio di canti di culture altre.

Perché?
Ascoltare il proprio corpo che suona, riconoscerlo come luogo nel quale abitare, rende possibile il contatto con alcune espressioni più autentiche di sè, con le proprie potenzialità vocali e con alcuni tratti della storia personale di ciascuno. 


Per chi?
Il seminario si rivolge a tutti coloro che abbiano voglia di conoscere la propria voce, in un percorso di ricerca ed ascolto, attraverso i canti di varie tradizioni del mondo.
Per questo, non è necessario “saper cantare” o avere esperienze di canto. Al contempo, è indicato per:
• i professionisti che usano la voce nel loro lavoro (cantanti, musicisti, insegnanti, relatori, ecc...)
• per coloro che soffrono di disturbi funzionali della voce.


Orari: dalle 14 alle 18
Costo
€ 80,00 (più  5,00 di tessera annuale associazione culturale MenoMale, nel caso in cui non se ne fosse in possesso);
è possibile trascorrere la pausa pranzo all'interno della struttura al costo di 
€ 10,00
Abbigliamento: comodo
Luogo: associazione La Tigre Bianca, via Malagoli (Modena)

per informazioni su contenuti e struttura del seminario

.

per informazioni su organizzazione, logistica e adesioni

Alessandra Bertoli
347.713512
6
cantosensibile@libero.it

23 settembre 2013

PROSSIMI APPUNTAMENTI

Ciao a tutti !
Spero stiate bene.
Quest'anno inizierò molti percorsi formativi di differente livello, contesto e con differenti obbiettivi. Vi aggiorno della programmazione del Canto Sensibile per l'anno 2013/2014.
Meike

 

SEMINARIO INTENSIVO TEMATICO SULLA VOCALITA'



Con la collaborazione di importanti docenti esperti di movimento, presso La Tigre Bianca di Modena, a partire da sabato 19 Ottobre.
Gli appuntamenti si svolgono a cadenza bimestrale.




WORKSHOP SUL CANTO POLIFONICO E SULLA CONSAPEVOLEZZA VOCALE



Il workshop è tenuto da Imke McMurtrie.
Si svolgerà dal 15 al 17 Novembre 2013 presso La Tigre Bianca di Modena.
 


CICLO DI 4 WORKSHOP SPECIFICI E DI APPROFONDIMENTO SULL'USO DELLA COCE IN AMBITO PERFORMATIVO E DI RICERCA 



I workshop si terranno presso il Laboratorio 41 di Bologna a partire da domenica 29 Settembre.
Per link e iscrizioni cliccate QUI


MUSICA D'INSIEME PER VOCI



Il laboratorio si svolge nell'ambito di PerAspera/Accademia Invernale Festival - Bologna.
Si affrontano in maniera pratica e teorica le modalità della preparazione drammaturgica di una performance musicale attraverso la voce, a partire da giovedì 7 Novembre 2013.
Per link e iscrizioni cliccate QUI.


CORSO DI MUSICA D'INSIEME PER VOCI



Si tiene presso La Tigre Biancatutti i lunedì sera, a partire da gennaio 2014.
Le preiscrizioni sono aperte da Novembre 2013.


CICLO DI 5 INCONTRI TEMATICI SULLA VOCE E IL CANTO SENSIBILE


Si svolgono presso l'Accademia inArte di Forlì, il primo incontro si tiene in Novembre.
Per link e iscrizioni cliccate QUI.


L'insegnante: Meike Clarelli
Si diploma nel 2001 alla Scuola Superiore per Attori di Emilia Romagna Teatri a Modena, dove lavora con registi ed attori quali: Monica Klinger, Cesar Brie, Raffaella Giordano, Mamadou Dioume. Frequenta l’Università di Musica contemporanea e jazz, presso il conservatorio Frescobaldi di Ferrara. Studia canto e pedagogia vocale con Imke McMurtrie (Germania) Nel 2004 studia canto sufi con la cantante musico-terapeuta Alev Naqiba Kowalzik. Ha studiato musica cinese e Er Ou (violino tradizionale) con il maestro Wong, in Cina.  Ha elaborato negli ultimi anni un metodo di studio della voce chiamato “canto sensibile” che insegna a Modena dal 2004 e di cui tiene seminari in varie città della Toscana, Veneto, Umbria, Lombardia, Emilia-Romagna, Marche. Nel 2008 fonda il Coro delle donne migranti “Le chemin des Femmes”. Dal 2011 è cantante e autrice del progetto La Metralli, vincitore del Premio Ciampi 2012 per la migliore canzone d'autore, di cui è in uscita il nuovo album "Qualche grammo di gravità" in novembre 2013.


Il lavoro nei workshop e nei laboratori, con le specificità ed indirizzi delle specifiche iniziative, si rivolge a chi voglia:
1- Migliorare la propria espressività vocale e corporea
2- Approfondire la consapevolezza della propria voce
3- Studiare in modo sistematico la relazione tra voce, ascolto, corpo e movimento.
4- Integrare attraverso la voce alcuni aspetti della propria specificità  soggettiva e della propria storia

5-Studiare la musica d'insieme per voci nell'ambito della ricerca vocale

Costi: i costi sono specificati nei link di approfondimento, o pubblicati sul blog, o su richiesta.

Info e iscrizioni
 
Tel. 349.2804815
Tel. 347.7135126
e-mail: cantosensibile@libero.it

(Salvo dove esplicitamente indicato un differente riferimento).
Copyright © 2013 Canto sensibile, All rights reserved.

Our mailing address is:
cantosensibile@libero.it
 
Se desideri non ricevere più queste mail, scrivici! Grazie.
Email Marketing Powered by MailChimp

8 luglio 2013

IN RISONANZA - STAGE INTENSIVO in NATURA di CANTO SENSIBILE, 20 e 21 Luglio

20 - 21 Luglio presso La Fattoria Giardino, Riccò, Serramazzoni, Modena

Sabato dalle 11 alle 18, domenica dalle 10 alle 17
Stage intensivo di voce e canto sensibile
condotto da Meike Clarelli
Lo stage ha lo scopo di approfondire l'esperienza e la conoscenza della propria voce,attraverso il metodo di canto sensibile, in un contesto di grande prossimità con i ritmi della natura, dove i partecipanti potranno godere del profondo lavoro sul suono, sulla voce e sulla respirazione bipolare (lunare-solare), immersi nel silenzio- rumore delle colline. Durante i due giorni affronteremo il tema dei piani espressivi implicati nella vocalità, dell'importanza del gesto e del movimento come dispositivo sonoro e si lavorerà sulla respirazione di appartenenza (espiratoria o inspiratoria).
Sabato sera dopo il tramonto e dopo aver cenato, faremo una parte del lavoro di ascolto e di messa in suono del paesaggio sonoro chiamato "improvvisazioni della sera".
Il pernottamento sarà nell'agriturismo con disponibilità o in casa o in tenda con uso bagno e docce. Verranno fornite lenzuola su richiesta, avremo a disposizione l'uso della cucina, della sala per il seminario e del porticato per lavoro e relax. Nei giorni precedenti allo stage ci accorderemo per la spesa del cibo che servirà portare con noi.


L'insegnante: Meike Clarelli
Si diploma nel 2001 alla Scuola Superiore per Attori di Emilia Romagna Teatri a Modena, dove lavora con registi ed attori quali: Monica Klinger, Cesar Brie, Raffaella Giordano,  Mamadou Dioume. Frequenta l’Università di Musica contemporanea e jazz, presso il conservatorio Frescobaldi di Ferrara. Studia canto e pedagogia vocale con Imke McMurtrie (Germania) Nel 2004 studia canto sufi con la cantante musico-terapeuta Alev Naqiba Kowalzik. Ha studiato musica cinese e Er Ou (violino tradizionale) con il maestro Wong, in Cina.  Ha elaborato negli ultimi anni un metodo di studio della voce chiamato “canto sensibile” che insegna a Modena dal 2004 e di cui tiene seminari in varie città della Toscana, Veneto, Umbria, Lombardia, Emilia-Romagna, Marche. Nel 2008 fonda il Coro delle donne migranti “Le chemin des Femmes”. Dal 2011 è cantante e autrice del progetto La Metralli, vincitore del Premio Ciampi 2012 per la migliore canzone d'autore.


Dove si trova


Il workshop si rivolge a chi voglia:
1- Migliorare la propria espressività vocale
2- Approfondire la consapevolezza canora
3- Studiare in modo sistematico la relazione tra voce e movimento

Costo complessivo: 140 euri e comprende: stage, pernottamento, uso cucina, spazi di lavoro.


Info e iscrizioni
Tel. 349.2804815
Tel. 347.7135126
e-mail: cantosensibile@libero.it


Chiusura iscrizioni 15 luglio. 
Numero minimo pertecipanti: 6.

24 maggio 2013

CANTO SENSIBILE E GESTO SONORO - presso il LABORATORIO 41

23 giugno dalle 11 alle 18
Canto sensibileWorkshop intensivo diretto da Meike Clarelli
Domenica 23 giugno dalle 11.00 alle 18 (con pausa pranzo dalle 14 alle 15)
Numero min - max partecipanti: 6-15
Quota di partecipazione: 50 euro (45 per i soci del Laboratorio 41)
Info e contatti: laboratorio41@gmail.com/cantosensibile@libero.it
Abbigliamento : si consigliano abiti comodi (tuta e maglietta o simili) e calzettoni (meglio se antiscivolo)  
Il corso di Canto Sensibile è aperto a tutti, anche principianti. Al termine del laboratorio verrà rilasciato un attestato di partecipazione.Il canto sensibile è un metodo che integra diverse tecniche indirizzate alla voce, alla percezione corporea e del respiro,volte all'acquisizione di una consapevolezza della propria vocalità. Una corretta e
sensibile educazione al canto ed all'ascolto può agire regolando eventuali squilibri strutturali e psicofisici favorendo un processo di graduale incontro con espressioni più autentiche di sé.
Il canto sensibile è un metodo di lavoro sulla voce, che sostiene e accresce la consapevolezza dello strumento in tutta la sua complessa organicità. La concezione del canto sensibile è che la voce è un sistema a disposizione dell'individuo, costituito da più livelli che si compenetrano, si influenzano e si modulano a vicenda ma che soprattutto che la voce, espressione sonora dell'individuo, è a tutti gli effetti "gesto", gesto vocale, pensato, sentito e vissuto dal soggetto nello stesso modo di un gesto fisico, di un movimento del corpo.
Il workshop si rivolge a chiunque abbia voglia di:
1- Migliorare la propria espressività vocale
2- Approfondire la consapevolezza canora
3- Studiare in modo sistematico la relazione tra voce e movimento
L'insegnante : Meike Clarelli
Si diploma nel 2001 alla Scuola Superiore per Attori di Emilia Romagna Teatri a Modena, dove lavora con registi ed attori quali: Monica Klinger, Cesar Brie, Raffaella Giordano,  Mamadou Dioume. Frequenta l’Università di Musica contemporanea e jazz, presso il conservatorio Frescobaldi di Ferrara. Studia canto e pedagogia vocale con Imke McMurtrie (Germania) Nel 2004 studia canto sufi con la cantante musico-terapeuta Alev Naqiba Kowalzik. Ha studiato musica cinese e Er Ou (violino tradizionale) con il maestro Wong, in Cina.  Ha elaborato negli ultimi anni un metodo di studio della voce chiamato “canto sensibile” che insegna a Modena dal 2004 e di cui tiene seminari in varie città della Toscana, Veneto, Umbria, Lombardia, Emilia-Romagna, Marche. Nel 2008 fonda il Coro delle donne migranti “Le chemin des Femmes”

10 marzo 2013

13 Aprile - MOTRICITA' VOCALE E GESTO SONORO


Sabato 13 Aprile h 10 - 17
         MOTRICITA' VOCALE E GESTO SONORO
CANTO SENSIBILE
presso La Trigre Bianca, Modena
          "Sono sensibile alla mia voce che mi mette in      
     ascolto". 


Oltre alla conoscenza del metodo sensibile per imparare a comprendere la propria voce e cantarla, si introdurrà il concetto di “ascolto osseo”.
Esercizi di risonanza ossea ed una corretta e sensibile educazione all'ascolto infatti, agiscono regolando il processo fonoarticolatorio, favorendo l'emissione, l'intonazione ed equilibrando eventuali difficoltà funzionali della voce.
Le conseguenze di un buon ascolto rendono possibile anche l'incontro con espressioni più autentiche di sé. Faremo esperienza di cosa si intende per ascolto fisico, acustico, musicale e ascolto come “fenomenologia dell'esprit”.
Cantare significa compiere un movimento fisico, emotivo, sonoro e questo aspetto verrà approfondito ed esplorato nel prossimo incontro.
Di come l'immagine acustica di se stessi risponda all'immagine visiva del proprio corpo, di come essere un corpo che suona, che canta sia sensibile alla propria voce, determinandone il colore, la profondità, la luce e la fragilità. 
Il riconoscimento di un corpo come luogo nel quale abitare e cantarne la vita è strettamente connesso con il percorso di consapevolezza, delle proprie potenzialità vocali, della gioia del canto e della propria storia personale.
Poichè la ricerca della propria identità vocale si arricchisce nel lavoro collettivo e corale, attraverso un repertorio di canti,di altre culture e faremo esperienza della musica d'insieme per voci  al termine della giornata.

Il metodo di lavoro sulla voce, che prevede momenti individuali e collettivi, è quello del Canto Sensibile, definizione che dà il nome ad un metodo elaborato dagli studi, dalle ricerche e dalle diverse esperienze professionali di Meike Clarelli, è un metodo di ‘lavoro’ intuitivo e semplice sulla voce, che sostiene e accresce la consapevolezza di avere a disposizione uno strumento che in tutta la sua complessa e meravigliosa organicità ci comunica che “la qualità e la libertà della nostra emissione vocale dipende dalla nostra coscienza corporea e dalla precisione della nostra ricerca sensoriale”. M.L. Aucher.
Le iscrizioni chiudono l'12 Aprile.
Necessario ABBIGLIAMENTO COMODO
costo: 50 euri
info: cantosensibile@libero.it




        Domenica 14 Aprile h 10 - 16
    III Appuntamento di CANTO SENSIBILE 
    presso l'Accdemia InArte
      via Pacciardi 5, Forlì
       
         

1 marzo 2013

IO SONO DOVE CANTO (0.2)

Voce e ascolto di sè: ascolto fisico, acustico e musicale in un workshop di ricerca della propria identità vocale condotto da Meike Clarelli.

domenica 10 marzo 2013, MenoMale (via de' Pepoli 1/A, Bologna)

Cos'è?
Secondo il medico e psicologo francese Alfred Tomatis, "si canta con l'orecchio".
Il workshop di Canto Sensibile sarà focalizzato proprio sull'ascolto: introdurrà il concetto diascolto osseo e lo unirà alla conoscenza del metodo sensibile per imparare a comprendere la propria voce e a cantarla.
Il Canto Sensibile è un metodo creato da Meike Clarelli, ricercatrice vocale e musicista, che condurrà i partecipanti al workshop in diverse esperienze di ascolto: fisico, acustico, musicale e, infine, ascolto come fenomenologia dell'esprit.
Nel corso del workshop si attiverà una corretta e sensibile educazione all'ascolto della propria voce, unita ad esercizi di risonanza ossea, per favorire l'emissione e l'intonazione, regolare il processo fonoarticolatorio ed equilibrare eventuali difficoltà funzionali della voce.
La ricerca della propria identità vocale sarà arricchita dal lavoro collettivo e corale, che Meike Clarelli realizzerà tramite un'esperienza di improvvisazione guidata (conduction) per voce e strumento, attigendo ad un repertorio di canti di culture altre.

 
Perché?
Ascoltare il proprio corpo che suona, riconoscerlo come luogo nel quale abitare, rende possibile il contatto con alcune espressioni più autentiche di sè, con le proprie potenzialità vocali e con alcuni tratti della storia personale di ciascuno. 


Per chi?
Il seminario si rivolge a tutti coloro che abbiano voglia di conoscere la propria voce, in un percorso di ricerca ed ascolto, attraverso i canti di varie tradizioni del mondo.
Per questo, non è necessario “saper cantare” o avere esperienze di canto. Al contempo, è indicato per:
• i professionisti che usano la voce nel loro lavoro (cantanti, musicisti, insegnanti, relatori, ecc...)
• per coloro che soffrono di disturbi funzionali della voce.


Orari: dalle 11 alle 18
Costo
€ 60,00 (più  5,00 di tessera annuale associazione culturale MenoMale, nel caso in cui non se ne fosse in possesso);
è possibile trascorrere la pausa pranzo all'interno della struttura al costo di 
€ 10,00
Abbigliamento: comodo
Luogo: associazione culturale MenoMale, via de' Pepoli 1/A (traversa di Piazza Santo Stefano), Bologna
Partecipanti: minimo 10 / massimo 14

per informazioni su contenuti e struttura del seminario

.

per informazioni su organizzazione, logistica e adesioni

Maria Donnoli
(+39) 349 / 5824266
maria@mariadonnoli.com
www.mariadonnoli.com
Scarica qui la scheda di iscrizione al seminario e inviala all'indirizzo maildonnoli.maria@gmail.comdonnoli.maria@gmail.com

21 gennaio 2013



CANTO SENSIBILE e movimento consapevole
DOMENICA 27 gennaio h 10

tenuto da MEIKE CLARELLI cantante,ricercatrice vocale
MARTINA BOSI danzatrice, esperta in movimento 



MESOSTICS _ UN NUOVO ASCOLTO DI SE'
Proseguono gli appuntamenti tematici e di approfondimento di Canto Sensibile(*) alla Tigre Bianca di Modena. In Gennaio l'incontro intensivo di voce e canto avrà come tema nuovamente il rapporto tra voce e corpo, e lo studio sulle conseguenze di una corretta "motricità vocale". Sarà presente ancora Martina Bosi (*) che guiderà il movimento consapevol in preparazione al canto. Si proseguirà con lo studio e la scoperta dei MESOSTIC, già avviato nel precedente appuntamento. 

Perchè conoscere i Mesostic ?
Demetrio Stratos capì nel corso della sua ricerca sull'origine della voce o meglio sulla voce originaria, l'implicazione indispensabile e ineluttabile del corpo. Contattare un corpo che ha disimparato a partecipare della sua vitalità attraverso la propria voce libera è possibile anche esercitandosi attraverso un uso a-semantico della parola, ovvero attraverso la pratica fono-articolatoria di parole il cui significato scaturisce non più dal loro senso comune ma dalla loro nuova e soggettiva sonorizzazzione. Una sorta di psicomotricità vocale.
Da quì l'utilizzo dei suddetti mesostics, ovvero blocchi di parole studiate e composte da John Cage, che rappresentano una pedagogia vocale di riscoperta di sè attraverso la presa di coscienza di alcuni suoni che il corpo intero è in grado di esprimere.
Affronteremo come in ogni incontro il metodo "sensibile" e la conoscenza del suono come "gesto" sonoro, da quì il contributo e l'insegnamento di Martina Bosi, fino a concludere le ultime ore della giornata nell'apprendere canti del mondo.


(*) Il canto sensibile è un metodo che integra diverse tecniche indirizzate alla voce, alla percezione corporea e del respiro,volte all'acquisizione di una consapevolezza della propria vocalità. Una corretta e sensibile educazione al canto ed all'ascolto può agire regolando eventuali squilibri strutturali e psicofisici favorendo un processo di graduale incontro con espressioni più autentiche di sé. 
Il canto sensibile è un metodo di lavoro sulla voce, che sostiene e accresce la consapevolezza dello strumento in tutta la sua complessa organicità.
La concezione del canto sensibile è che la voce è un sistema  a disposizione dell'individuo, costituito da più livelli che si compenetrano, si influenzano e si modulano a vicenda ma che soprattutto che la voce, espressione sonora dell'individuo, è a tutti gli effetti "gesto", gesto vocale, pensato, sentito e vissuto dal soggetto nello stesso modo di un gesto fisico, di un movimento del corpo.

Orario Domenica: dalle 10 alle 17 (con pausa pranzo).


Abbigliamento comodo, portare il necessario per lavorare comodamente a terra (tappetino, coperta, cuscino).
Costo di ogni laboratorio: 50€. Per due laboratori: 90€.
Negli incontri con Martina Bosi, il costo del seminario sarà di 60 euri.

 Info e iscrizioni 
www.latigrebianca.it   -  http://meikeclarelli.blogspot.com/
cantosensibile@libero.it

info@latigrebianca.it
* 349.2804815




1 gennaio 2013

IO SONO DOVE CANTO



L'esplorazione della propria identità vocale, del proprio "corpo sonoro", in un percorso di ascolto e consapevolezza.
Il Canto Sensibile per la prima volta a Bologna, domenica 20 gennaio, negli spazi dell'associazione culturale MenoMale (via de' Pepoli 1/A).


Mettersi in ascolto ed esplorare la propria voce per aprire un percorso nuovo, verso un'espressione più autentica e consapevole di sè. La strada su cui camminare per conoscere la propria voce è il Canto Sensibile, metodo creato da Meike Clarelli, ricercatrice vocale e musicista, che per la prima volta porta la sua esperienza pluriennale a Bologna, il 20 gennaio, negli spazi dell'associazione culturale MenoMale.

Il Canto Sensibile parte dal presupposto che il suono della voce è gesto, vissuto e sentito allo stesso modo di un gesto fisico, di un movimento del corpo, del movimento espressivo di un'emozione precisa.
Da qui, la ricercatrice sviluppa un metodo di lavoro teorico/pratico che coinvolge contemporanealmente la voce, il movimento ed il respiro, sviluppandosi in momenti individuali e di gruppo. Le tecniche, applicate dal 2006 in numerosi seminari sia in Italia che all'Estero, sono semplici ed intuitive: Meike Clarelli conduce i partecipanti in un percorso aperto verso una educazione sensibile alla propria voce, usando i canti delle tradizioni del mondo per scoprire gli strumenti che ci fanno usare la voce in modo corretto e salutare, per attivare un processo di graduale incontro con espressioni più autentiche e consapevoli di sè.

"La domanda che mi viene fatta più spesso – racconta Meike Clarelli – è se è necessario saper cantare per prendere parte al seminario. Il metodo del Canto Sensibile – molto utile per i professionisti che usano la voce nel loro lavoro (cantanti, attori, relatori, insegnanti, etc...) – è stato creato per essere aperto a chiunque voglia conoscere la propria voce, strumento così importante e così poco esplorato. È praticato con successo anche da persone che soffrono di disturbi funzionali della voce".

Il seminario – in un percorso che si sviluppa dalle 11.00 alle 18.00 – è strutturato in tre fasi. La prima è focalizzata sulle condizioni necessarie per un corretto ascolto del suono della propria voce, internamente ed esternamente, con esercizi per mettere il corpo intero nella corretta condizione d'ascolto e per eliminare le tensioni che impediscono alla voce di essere libera.
Nella seconda fase, vengono introdotti e sviluppati esercizi per mettere "in suono" le percezioni accolte nel precedente ascolto.
La terza fase, infine, mette a fuoco l'alternanza dell'aspetto ricettivo e di quello espressivo della voce – attraverso lo studio di canti delle tradizioni del mondo e l'improvvisazione: distinguere e unire i due aspetti è, infatti, fondamentale per abitare il corpo con la propria voce. In questa terza fase, una grande importanza è assegnata al respiro, in quanto silenzio necessario all'espressione della propria autenticità sonora e vocale, perchè "la voce è la sintesi di ciò che siamo in grado di accogliere" (M.L. Aucher).

Per dare a tutti la possibilità di accedere a questa esperienza, è stata definita una quota di partecipazione particolarmente contenuta (€ 60,00 a cui aggiungere € 10,00 di tessera associativa annuale, nel caso non se ne fosse già in possesso). È, inoltre, possibile trascorrere la pausa pranzo all'interno dell'associazione, con un menu vegan al costo di € 10,00.


Canto sensibile
domenica 20 gennaio dalle 11.00 alle 18.00
MenoMale, via de' Pepoli 1/A Bologna

per approfondimenti sul Canto Sensibile e su Meike Clarelli:
cantosensibile@libero.it


per informazioni:
Maria Donnoli
(+39) 349 / 5824266